Fumi delle grigliate del vicino in casa …

Siamo costrette con questo caldo a rinchiuderei in casa perché il mio vicino si ingozza di peperoni alla  brace e ci fa affogare con quel fumo e cattivo odoreche riempie tutta la nostra casa, ci discuto ogni volta , ma lui mi dice che nel suo giardino fa quello che vuole e puntualmente ogni due giorni è li con quei cavolo di peperoni ad affumicarci. Ho chiamato anche i vigili ,ma mi hanno risposto che nella proprietà privata non possono intervenire , mi tocca subire???

problemi vicinato piombino: e volete stare in pace con i vicini Evitate di averne

Mi viene da pensare che il tuo vicino sia di una strana religione che gli impone di mangiare solo peperoni, oppure che sia semplicemente pazzo… a parte gli scherzi , il problema della passione del vicino per le grigliate è un problema ricorrente che ogni anno con l’arrivo della bella stagione si ripresenta sulle pagine del nostro blog grazie alle vostre richieste .

Ad una prima lettura del codice civile potrebbe  sembrare che tu non abbia possibilità l’articolo 844, comma 1 testualmente dice :

ll proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità, avuto anche riguardo alla condizione dei luoghi

Art. 844 comma 1 Codice Civile

Si parla però del limite della normale tollerabilità quindi significa che il suo vicino può fare grigliate, pur che il fastidio che crea a lei sia oggettivamente sopportabile. Ci si richiama al concetto del “buon senso” . È necessario un punto di incontro tra la libertà di fare grigliate in giardino e quella di godersi la propria casa senza fare la fine del salmone affumicato.

Purtroppo non tutti sono muniti di buon senso e quindi se il suo vicino oggettivamente non rispetta gli altri tenendo il barbecue vicino al confine e mandando il fumo dentro il suo appartamento , potrà rivolgersi ad un avvocato dando incarico di agire verso il suo vicino con una azione civile da promuovere di fronte al Giudice di Pace. E’ necessario che fornisca prove anche testimoniali al fine di convincere il giudice sulle sue ragioni  . Quando, a seguito di immissioni eccedenti la normale tollerabilità, i soggetti che abitano in un appartamento sovrastante un esercizio commerciale sono costretti a subire gli effetti insalubri e fastidiosi di fumo passivo e a tenere chiuse le finestre anche durante il periodo estivo per tutelare la propria salute, è risarcibile il danno non patrimoniale nella sua natura di danno esistenziale se risultano essere provate tali negative conseguenze sulla qualità di vita dei danneggiati.

Per prendere un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale di Piombino chiamaci ai numeri che trovi nella colonna a destra  o riempi il modulo di contatto che trovi nel link in fondo a questa pagina .  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.