Contratto preliminare: si può annullare se manca il certificato di agibilità ?

Ho trovato finalmente la casa dei miei sogni e a febbraio 2018  a ho firmato il  preliminare per l’acquisto .Avevo iniziato la pratica di mutuo, ma questa si è ferma perché ho scoperto che il venditore , nonostante avesse dichiarato che tutto era in regola, non ha il certificato di agibilità e senza quello non mi danno il mutuo. Il venditore si è impegnato entro la data del contratto a consegnarmelo , ma temo che non ce la faccia e vorrei conoscere le conseguenze. Sono obbligata comunque a comprare senza il certificato di agibilità ? posso annullare il preliminare di vendita e con quali conseguenze posso annullare il preliminare?

Leggi tutto “Contratto preliminare: si può annullare se manca il certificato di agibilità ?”

Immigrazione : Permesso di soggiorno scaduto da due anni

Buongiorno, sono Miriam, il mio permesso di soggiorno è scaduto da due anni mentre ero in Perù, dove sono dovuta rimanere per motivi familiari. Io sono in Italia perché sono entrata come turista, perché i peruviani non hanno più bisogno del visto di soggiorno per entrare in Italia. Ho già un lavoro e il datore di lavoro è pronto ad assumermi, ma dice che serve una coppia della carta di soggiorno . Ho una figlia di 4 anni ed è nata in Italia, va all’asilo e l’ho iscritta appena siamo arrivati, il 12/09/2016. La risposta è abbastanza urgente, grazie mille in anticipo.

Innanzitutto chiariamo una cosa, è vero che dal 2016 i cittadini Peruviani non hanno più bisogno di un visto per poter entrare nel territorio italiano, questo non significa che possono restarci a tempo indeterminato senza fare richiesta di permesso di soggiorno. In base a quanto stabilisce questo accordo concluso tra UE e Perù lei può rimanere nel territorio italiano senza bisogno del visto solo per 90 giorni e non per motivi lavorativi ogni 180 giorni ( qui i dettagli sulla convenzione) .

Leggi tutto “Immigrazione : Permesso di soggiorno scaduto da due anni”

Diritto dei nonni di agire in Tribunale per ottenere la frequentazione del Nipote. In quali limiti ?

Oggi la risposta è molto più breve della domanda , ma sicuramente l’argomento trattato non è meno interessante del solito, abbiamo parlato molte volte volte nelle pagine del nostro blog del diritto dei nonni di mantenere rapporti con i nipoti e della possibilità che questi hanno di agire in giudizio per vedersi riconosce un diritto alla frequentazione dei nipoti , ma vediamo subito la domanda della nostra lettrice :

Leggi tutto “Diritto dei nonni di agire in Tribunale per ottenere la frequentazione del Nipote. In quali limiti ?”

Difetti dell’appartamento affittato: cosa si può fare ?

Nell’articolo di oggi rispondimi ad una domanda del nostro utente in materia di locazione in particolare analizzeremo la possibilità di “sciogliere” il contratto in presenza di grossi difetti .

Leggi tutto “Difetti dell’appartamento affittato: cosa si può fare ?”

Valore della patenti estere in Italia. Quando si può chiedere la conversione ?

Approfittiamo della domanda di questo nostro utente senegalese per parlare di patenti di guida e dell’utilizzabilità di patenti conseguite fuori dal territorio Italiano. Si tratta di dare informazioni di ordine pratico che normalmente non trattiamo sul blog. Abbiamo deciso in questo caso di fare uno strappo alla regola perché l’argomento è spesso sconosciuto ai cittadini stranieri e troppo spesso in passato (ora c’è solo un illecito amministrativo) ci siamo trovati a doverli difendere in procedimenti penali perché sorpresi al volante senza una valida patente di guida.

" Sono un cittadino senegalese e da sei mesi vivo in Italia. Ho conseguito l’esame per la patente nel mio paese 2 anni fa ed è ancora valida. Vorrei sapere se posso circolare regolarmente in Italia con la mia patente oppure devo fare qualcosa? ”. 

Patenti conseguite in paesi comunitari:

Se la patente è stata rilasciata in un paese appartenente all’Unione Europea non ci sono problemi in quanto non occorre nemmeno la conversione cioè senza dover sostenere particolari esami teorici o pratici, anche se è consigliato richiedere in un secondo momento la conversione o il riconoscimento di validità al fine di velocizzare le pratiche come per esempio quella del rinnovo o della richiesta dei duplicati in caso di smarrimento.

Patenti conseguite in paesi extracomunitari:

Se invece la patente è stata rilasciata in un paese extra comunitario, il cittadino straniero può circolare in Italia con la patente del proprio paese fino ad un anno dall’acquisizione di residenza in Italia, a patto di avere con se una traduzione integrale e ufficiale della patente, altrimenti il codice della strada prevede una sanzione da 400 a 1.600 euro. 

Mentre per gli stranieri extra comunitari che risiedono in Italia da più di un anno vale l’obbligo di richiedere la residenza e farsi convertire la patente.

Il problema è che non tutte le patenti possono essere convertite: se andiamo a leggere la convenzione aggiornata a Gennaio 2018, non troviamo tra i paesi elencati il Senegal, quindi l’unica possibilità che le resta è quella di sostenere in Italia gli esami della patente alle stesse condizioni dei cittadini italiani.