Obbligo dei figli di assistere il genitore anziano “in stato di bisogno”

Mia madre vive con una piccola pensione di reversibilità derivante dal lavoro di commerciante di mio padre , è ormai vecchia e ha chiaramente bisogno dell’aiuto dei figli .  Io faccio quello che posso, ma non riesco da solo a farcela sia dal lato umano che dal lato economico. Mio fratello non partecipa in alcun modo , dice che la madre  doveva risparmiare di più quando era giovane e che lui deve pensare alla sua famiglia. Devo quindi farmi di tutto carico io o lasciarla abbandonata a se stessa ?

E’ necessario che chiarisca a suo fratello che occuparsi dell’assistenza di un genitore che, a causa della salute, dell’età o delle ridotte disponibilità economiche non è in grado di provvedere a se stesso, anche solo in parte, non è solo un dovere morale, ma anche giuridico. Se pure  non esiste uno  specifico articolo del codice  che imponga assistenza morale e materiale all’anziano in quanto tale, come invece avviene per i doveri reciproci fra coniugi e dei genitori verso i figli è però vero che la legge disciplina una serie di situazioni che regolano implicitamente il rapporto di cui alla sua domanda, ovvero il rapporto di assistenza ad un genitore anziano ( in stato di bisogno ) .

anziani stilizzati

L’anziano non autosufficiente o per problemi fisici o economici è infatti un soggetto  che versa “ in stato di bisogno”  e i familiari , primi tra tutti i figli, debbono provvedere. I figli debbono in questo caso versare al genitore alimenti ciascuno in proporzione alle proprie condizioni economiche e più volte i giudici sono intervenuti per specificare che l’obbligato che per non ha mezzi economici,  può adempiere all’obbligo di versare gli alimenti anche con modalità alternative al corresponsione di una somma di denaro, offrendo al richiedente di ospitarlo e mantenerlo in casa;

Quindi cerchi di chiarire questi concetti a suo fratello e cercate un accordo , se dovesse comunque rifiutarsi ancora, potrà prendere un appuntamento con un Avvocato ( se vuoi dare incarico al nostro studio trovi tutti i contatti in fondo all’articolo)   e dopo aver anche noi tentato  di trovare una conciliazione potremmo in extremis rivolgerci ad un giudice che stabilirà le modalità secondo cui i due fratelli dovranno provvedere a sostenere l’anziana madre. 

La mancata assistenza all’anziano non ha solo conseguenze civili , ma è anche una violazione penale (violazione degli obblighi di assistenza familiare)  punita ai sensi dell’art. 570 Codice Penale sia con la reclusione che con la multa, di conseguenza come “strumento di persuasione” e potremo anche usare quello della denuncia penale.

Per prendere un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale di Piombino chiamaci ai numeri che trovi nella colonna a destra  o riempi il modulo di contatto che trovi nel link in fondo a questa pagina .  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.