Articoli

Recuperare alimenti dovuti – anche quando l’ex coniuge nasconde il suo patrimonio

Il mio ex marito da anni non paga interamente il mantenimento e per questo motivo avevo ottenuto un decreto ingiuntivo ( con un’altro Avvocato di Livorno), però non eravamo riusciti a pignorare niente perché lui viveva con una pensione minima in casa con suo padre molto anziano proprietario della casa tra l’altro di valore e che avrebbe quindi ereditato alla sua morte . Quando il mio ex ha ereditato la casa del padre ho scoperto che nel giro di pochi giorni ha fatto la successione ed ha “venduto” ad un prezzo irrisorio la casa al figlio avuto da un altro matrimonio e tenendosi per se il diritto di abitazione. Ritengo questo un fatto molto ingiusto e mi sento fregata : posso ancora fare qualcosa?

Recuperare gli alimenti dovuti dall’ex marito o dal coniuge separato , può essere spesso difficile , faticoso e spesso fonte grande frustrazione. Nella nostra esperienza di avvocati che si occupano di diritto di famiglia, negli anni abbiamo potuto vedere i più fantasiosi stratagemmi che mogli e mariti si inventano per poter nascondere all’ex coniuge le somme ed i patrimoni posseduti per evitare di pagare mantenimento o alimenti. E spesso in casi del genere cogliamo di procedere anche con una denuncia ex art 570 bis del codice penale ( ne abbiamo o parlato qui )

Continua a leggere

Affidamento congiunto dei figli ed emergenza Covid-19

Buongiorno avvocato , come ben sa sono separato con 2 figli minori che  hanno la residenza con la madre , ma abbiamo entrambi l’affidamento  – congiunto -, come possiamo gestire i ragazzi in questo momento di emergenza  coronavirus ?  possono venire a casa mia ? l’autocertificazione che dobbiamo esibire ai vigili è molto scarna parla solo di comprovate esigenze lavorative; assoluta urgenza (per spostamenti tra comuni) situazione di necessità e salute. Come posso giustificare il mio spostamento finalizzato  prendere i figli o riportarli ? mi aiuti a  me sembra impossibile  stare senza di loro per il tempo dell’emergenza che sembra sempre lungo ogni giorno che passa.

Nonostante la grave situazione emergenziale , mi sento di tranquillizzarti in relazione ai suoi rapporti con i tuoi figli. Il provvedimento del giudice che stabilisce le modalità di affido deve essere rispettato anche in questa emergenza . pertanto proprio l’indispensabile  rispetto  della omologa o sentenza del giudice che provvede in materia di affido crea quella situazione di necessità che viene richiesta sul modulo di autocertificazione.

Questa mia teoria è avvalorata dai pochi provvedimenti in materia assunti dai giudici in questo periodo , in particolare il tribunale di Milano in data 11 marzo ha affermato. Magari ti consiglio di portare con te il provvedimento di affido ed in ogni caso di limitarsi a spostare i figli da un domicilio all’altro perché nessun altra fermata  sul tragitto potrà essere giustifica. Pertanto limiti con i tuoi bambini allo spostamento ( preferibilmente in auto ) da una casa all’altre , senza fare soste ne a fare la spesa ne a far visita ai nonni.

In questa frangente storico particolare per la nostra società e che incide sulle vite di tutti noi , non sono garantite le visite dai nonni che in questo momento sono anche i soggetti a maggior rischio ( se ci fosse ancora bisogno di ricordarlo) e nei loro confronti sarebbe opportuno che i contatti si limitassero a videotelefonate o skype.  In numerosi articoli del nostro blog abbiamo parlato del diritto di visita dei nonni (v. link ) , ma si ovviamente si tratta di questioni completamente diverse.

“Gli spostamenti per raggiungere i figli minori presso l’altro genitore o presso l’affidatario sono sempre consentiti, in ogni caso secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio”

Tribunale di Milano 11 Marzo 2020

Stufa del marito, molla tutto e se ne va… sarà una buona scelta ?

Questo articolo avrei voluto intitolarlo: “prima di fare cazzate prendi un appuntamento e parliamone” , ma ho avuto paura che l’algoritmo di Google penalizzasse il sito nella ricerca, abbassandone il rating.

Sono sposata da 10 anni, mio marito non mi maltratta , ma non lo sopporto neppure un giorno di più  voglio lasciarlo (non mi importa dell’addebito della separazione per l‘abbandono del tetto coniugale ne di ritrovarmi con i precedenti penali). Abbiamo però  due figli minori, e non so cosa rischio portandoli via con me . Cosa devo fare ?

Continua a leggere

Diritto dei nonni di agire in Tribunale per ottenere la frequentazione del Nipote. In quali limiti ?

Oggi la risposta è molto più breve della domanda , ma sicuramente l’argomento trattato non è meno interessante del solito, abbiamo parlato molte volte volte nelle pagine del nostro blog del diritto dei nonni di mantenere rapporti con i nipoti e della possibilità che questi hanno di agire in giudizio per vedersi riconosce un diritto alla frequentazione dei nipoti , ma vediamo subito la domanda della nostra lettrice :

Continua a leggere

Obbligato ad accudire la suocera ? Aiutiamo

PrigioneBuonasera,
sono S****** , ho da sottoporre un dubbio.
Sono sposato in seconde nozze e con noi vive il figlio di mia moglie ormai trentacinquenne non lavoratore.
Da circa tre anni convive con noi anche la suocera invalida, persona veramente amorevole e pacata. Personalmente mi sono offerto a mia moglie nell’accudire la suocera (economicamente indipendente), ma la mia disponibilità è diventato un obbligo. Il mio disagio cresce nel vedere suo nipote completamente assente nell’accudire la nonna la quale tanto da e tanto gli ha dato.
La domanda che vorrei fare è: compete a me o al nipote accudire mia suocera ? cosa dice la legge ?
Grazie per la cortese risposta.

Continua a leggere