Obbligo dei figli di assistere il genitore anziano “in stato di bisogno”

Mia madre vive con una piccola pensione di reversibilità derivante dal lavoro di commerciante di mio padre , è ormai vecchia e ha chiaramente bisogno dell’aiuto dei figli .  Io faccio quello che posso, ma non riesco da solo a farcela sia dal lato umano che dal lato economico. Mio fratello non partecipa in alcun modo , dice che la madre  doveva risparmiare di più quando era giovane e che lui deve pensare alla sua famiglia. Devo quindi farmi di tutto carico io o lasciarla abbandonata a se stessa ?

E’ necessario che chiarisca a suo fratello che occuparsi dell’assistenza di un genitore che, a causa della salute, dell’età o delle ridotte disponibilità economiche non è in grado di provvedere a se stesso, anche solo in parte, non è solo un dovere morale, ma anche giuridico. Se pure  non esiste uno  specifico articolo del codice  che imponga assistenza morale e materiale all’anziano in quanto tale, come invece avviene per i doveri reciproci fra coniugi e dei genitori verso i figli è però vero che la legge disciplina una serie di situazioni che regolano implicitamente il rapporto di cui alla sua domanda, ovvero il rapporto di assistenza ad un genitore anziano ( in stato di bisogno ) .

anziani stilizzati

L’anziano non autosufficiente o per problemi fisici o economici è infatti un soggetto  che versa “ in stato di bisogno”  e i familiari , primi tra tutti i figli, debbono provvedere. I figli debbono in questo caso versare al genitore alimenti ciascuno in proporzione alle proprie condizioni economiche e più volte i giudici sono intervenuti per specificare che l’obbligato che per non ha mezzi economici,  può adempiere all’obbligo di versare gli alimenti anche con modalità alternative al corresponsione di una somma di denaro, offrendo al richiedente di ospitarlo e mantenerlo in casa;

Quindi cerchi di chiarire questi concetti a suo fratello e cercate un accordo , se dovesse comunque rifiutarsi ancora, potrà prendere un appuntamento con un Avvocato ( se vuoi dare incarico al nostro studio trovi tutti i contatti in fondo all’articolo)   e dopo aver anche noi tentato  di trovare una conciliazione potremmo in extremis rivolgerci ad un giudice che stabilirà le modalità secondo cui i due fratelli dovranno provvedere a sostenere l’anziana madre. 

La mancata assistenza all’anziano non ha solo conseguenze civili , ma è anche una violazione penale (violazione degli obblighi di assistenza familiare)  punita ai sensi dell’art. 570 Codice Penale sia con la reclusione che con la multa, di conseguenza come “strumento di persuasione” e potremo anche usare quello della denuncia penale.

Per prendere un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale di Piombino chiamaci ai numeri che trovi nella colonna a destra  o riempi il modulo di contatto che trovi nel link in fondo a questa pagina .  

Lettere anonime tra lo stalking e l’ingiuria

Mi chiamo Carlo, da un anno a questa parte io e il mio compagno abbiamo ricevuto 6 lettere anonime sempre scritte al pc, tutte spedite dalla stessa città, in alcune c'erano solo stampati sms in cui due persone censurate parlavano male di noi e altre lettere con cui si descrivono episodi con alcuni insulti, sempre rivolti a me ma senza minaccia.
Se querelo secondo voi ottengo qualcosa?
Ho letto che da aprile lo stalking e le molestie sono stati “declassati” come reati minori e quindi non so cosa potrebbe accadere alla mia querela dato che i contenuti non sono proprio minacciosi, anche se mi creano una grande fastidio...
Ho alcuni sospetti ma non sono sicuro.
Grazie per la gentile risposta, attendo sue notizie. 
Leggi tutto “Lettere anonime tra lo stalking e l’ingiuria”

Il vicino denuncia ingiustamente per maltrattamento di animali

problemi vicinato piombino
Buongiorno,
sono Alessandra [nome di fantasia], il giorno 06/05/2017 il mio vicino di casa ha sporto denuncia nei miei confronti alla forestale per maltrattamento animali.
Io,  posseggo un gatto e due jack-russel, gli animali stanno sia in casa che sul balcone.
Il mio vicino si è fissato sul fatto che vuole il mio gatto perché secondo lui sul balcone ci sta male e rischia di cadere di sotto.
Ha lasciato che partissi per una vacanza, premesso che gli animali per una settimana sono stati accuditi giornalmente da mia zia, durante la mia assenza si sono presentati i carabinieri della stazione e uno della forestale che hanno steso una relazione dalla quale risulta che gli animali sono tenuti benissimo e sono in ottime condizioni.
Il tutto è stato trasmesso in procura insieme alla denuncia del vicino.
Una volta che sono ritornata dalla vacanza, sono arrivate a casa mia le guardie zoofile che non hanno potuto far altro che stendere una relazione identica a quella della forestale.
GLI ANIMALI SONO AMATI, COCCOLATI, STANNO IN BUONISSIME CONDIZIONI E NON GLI MANCA NIENTE.
A questo punto posso denunciare questo individuo per calunnia o diffamazione?

Leggi tutto “Il vicino denuncia ingiustamente per maltrattamento di animali”

Vicinato: posso denunciarlo per disturbo della quiete ?

problemi vicinato piombinoAbito al penultimo piano di un palazzo, da poco l’appartamento sopra al mio è stato acquistato e quindi abitato da una famiglia di incivili, camminano con gli zoccoli, fanno giocare il bambino a pallone in casa spostano ogni sera il divano letto  e non so cosa altro, insomma da quando ci sono loro non riesco più a riposare .  Ogni volta che suono loro e mi lamento, mi dicono che sono io intollerante visto che nessun altro protesta, ma è ovvio sono sopra la mia testa è a me che rendono la vita impossibile. Pensa che potrei fare una denuncia per disturbo della quiete come mi ha suggerito un amico?

Leggi tutto “Vicinato: posso denunciarlo per disturbo della quiete ?”

Diffamazione su Facebook scatta la denuncia

Ho lasciato un uomo, e lui il giorno dopo ha scritto sulla bacheca che sono una……poco di buono , spiegando con ampi dettagli quello che secondo lui faccio, mi aveva tolto l’accesso al suo profilo, ma me lo ha mostrato  una mia amica, in molti hanno letto quelle offese – accuse tanto che, pur non avendo fatto niente, mi vergogno ad uscire di casa. Mi dicono che sulla sua bacheca può scrivere ciò che vuole, è davvero così?

Leggi tutto “Diffamazione su Facebook scatta la denuncia”