Denunciato perché non pago gli alimenti: che faccio ?

sacco di soldiSono  separato e in cassa integrazione , con quello che prendo a fatica ce la faccio a pagare l’affitto e le bollette E per due mesi non ho potuto versare l’intero mantenimento a mia moglie e ai miei figli e   ho dato la metà , mia moglie  invece di aspettare (eppure lei lavora non è mica in cassa integrazione)  mi ha denunciato, ora cosa mi succederà? le sembra giusto che la mia ex mi abbia denunciato perché non ho pago gli alimenti solo in parte e solo per due mesi ?

Con ogni probabilità verrà aperto un procedimento penale nei tuoi confronti per la violazione dell’articolo 570 codice penale , nel corso delle indagini ti verrà chiesto di nominare un tuo avvocato e poi verrai sottoposto ad interrogatorio. Se nel corso dello stesso porterai documentazione per dimostrare non tanto le tue difficoltà economiche, ma che tua moglie nel frattempo godeva comunque di uno stipendio e quindi poteva far fronte ai bisogni familiari, il tuo procedimento potrebbe essere archiviato, nella malaugurata circostanza che tu sia rinviato a giudizio potrà comunque il tuo avvocato chiedere per te l’assoluzione perché la cassazione sul punto si è pronunciata  più volte affermando che “l’autoriduzione dell’assegno di mantenimento dovuto alla moglie separata affidataria dei figli minori, anche se consistente, protrattosi per pochi mesi, ove emerge che il coniuge creditore della somma disponesse di sufficienti mezzi finanziari per far fronte ai bisogni familiari, non integra una violazione al disposto dell’art. 570 cod. pen. difettando la prova dello stato di effettivo bisogno” quindi solo nel caso in cui  la tua riduzione avesse fatto mancare totalmente i mezzi di sussistenza cioè quel minimo che serve per la sopravvivenza allora puoi incorrere nella violazione dell art. 570 cod penale , circostanza impossibile visto che nel nucleo familiare entrava comunque lo stipendio della madre oltre comunque al tuo mantenimento pur se ridotto.

Inoltre ti ricordo che anche un simile procedimento penale se rientri nei limiti di reddito previsti per il gratuito patrocinio , le spese legali possono essere messe a carico dello stato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.