Obbligo dei figli di assistere il genitore anziano “in stato di bisogno”

Mia madre vive con una piccola pensione di reversibilità derivante dal lavoro di commerciante di mio padre , è ormai vecchia e ha chiaramente bisogno dell’aiuto dei figli .  Io faccio quello che posso, ma non riesco da solo a farcela sia dal lato umano che dal lato economico. Mio fratello non partecipa in alcun modo , dice che la madre  doveva risparmiare di più quando era giovane e che lui deve pensare alla sua famiglia. Devo quindi farmi di tutto carico io o lasciarla abbandonata a se stessa ?

E’ necessario che chiarisca a suo fratello che occuparsi dell’assistenza di un genitore che, a causa della salute, dell’età o delle ridotte disponibilità economiche non è in grado di provvedere a se stesso, anche solo in parte, non è solo un dovere morale, ma anche giuridico. Se pure  non esiste uno  specifico articolo del codice  che imponga assistenza morale e materiale all’anziano in quanto tale, come invece avviene per i doveri reciproci fra coniugi e dei genitori verso i figli è però vero che la legge disciplina una serie di situazioni che regolano implicitamente il rapporto di cui alla sua domanda, ovvero il rapporto di assistenza ad un genitore anziano ( in stato di bisogno ) .

anziani stilizzati

L’anziano non autosufficiente o per problemi fisici o economici è infatti un soggetto  che versa “ in stato di bisogno”  e i familiari , primi tra tutti i figli, debbono provvedere. I figli debbono in questo caso versare al genitore alimenti ciascuno in proporzione alle proprie condizioni economiche e più volte i giudici sono intervenuti per specificare che l’obbligato che per non ha mezzi economici,  può adempiere all’obbligo di versare gli alimenti anche con modalità alternative al corresponsione di una somma di denaro, offrendo al richiedente di ospitarlo e mantenerlo in casa;

Quindi cerchi di chiarire questi concetti a suo fratello e cercate un accordo , se dovesse comunque rifiutarsi ancora, potrà prendere un appuntamento con un Avvocato ( se vuoi dare incarico al nostro studio trovi tutti i contatti in fondo all’articolo)   e dopo aver anche noi tentato  di trovare una conciliazione potremmo in extremis rivolgerci ad un giudice che stabilirà le modalità secondo cui i due fratelli dovranno provvedere a sostenere l’anziana madre. 

La mancata assistenza all’anziano non ha solo conseguenze civili , ma è anche una violazione penale (violazione degli obblighi di assistenza familiare)  punita ai sensi dell’art. 570 Codice Penale sia con la reclusione che con la multa, di conseguenza come “strumento di persuasione” e potremo anche usare quello della denuncia penale.

Per prendere un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale di Piombino chiamaci ai numeri che trovi nella colonna a destra  o riempi il modulo di contatto che trovi nel link in fondo a questa pagina .  

Caduta in vacanza , vacanza rovinata e risarcimento del danno

Vacanze in valigia

Siamo in piena estate e con questo caldo anche noi abbiamo voglia di pubblicare un articolo che parla di vacanze e ferie…

Buongiorno , sono tornato con la mia famiglia prematuramente dalla vacanza perché mentre eravamo in un villaggio , la mia bambina di 8 è scivolata mentre andavamo a pranzo sulla pavimentazione molto scivolosa e forse non idonea della piscina accanto al ristorante. La bambina aveva le ciabattine ed è scivolata provocandosi delle fratture scomposte al femore.  Portata di urgenza con l’autombulanza in ospedale è stata operata , sarà lunga. Quanto tempo ho per fare la denuncia?  Posso chiedere rimborso spese, il rimborso della vacanza rovinata (e pagata in anticipo) e risarcimento danni fisici e morali per il trauma di mio figlio?

Sicuramente ha diritto al risarcimento di tutti i danni patiti e patendi (come si dice). Vi sono ovviamente molti fattori da valutare ad esempio circa la dinamica dei fatti se sulla zona dove sua figlia è caduta vi era un cartello che avvertiva che il pavimento era scivoloso, se la zona era impedita all’accesso, se vi erano testimoni dell’accaduto ecc…  

Leggi tutto “Caduta in vacanza , vacanza rovinata e risarcimento del danno”

Usucapione dello stanzino condominiale: come tutelarsi.

stazioni chiuso con lucchetto

Ho acquistato un immobile in condominio , tra i beni comuni risulta anche uno stanzino comune nella chiostra . Il venditore dell’immobile non mi ha lasciato la chiave, dicendo che non lo usava da anni e forse l’aveva persa e di chiedere ad un vicino. Il vicino però mi ha detto che viene usata solo da un condomino, perché tutti noi abbiamo gli stanzini privati e non ne abbiamo motivo . A me non sembra regolare e non voglio rinunciare ad un mio diritto cosa devo fare?

Tra le tante questioni che vengono poste in ambito condominiale il tentativo di usucapione degli spazi comuni è una di quelle che va per la maggiore.

Devi fare molta attenzione e comprendere  da quanto tempo il condomino fa un uso privato dello stanzino condominiale, se ha posto in essere interventi tali da impedire l’uso anche agli altri o meno . 

Leggi tutto “Usucapione dello stanzino condominiale: come tutelarsi.”

Lettere anonime tra lo stalking e l’ingiuria

Mi chiamo Carlo, da un anno a questa parte io e il mio compagno abbiamo ricevuto 6 lettere anonime sempre scritte al pc, tutte spedite dalla stessa città, in alcune c'erano solo stampati sms in cui due persone censurate parlavano male di noi e altre lettere con cui si descrivono episodi con alcuni insulti, sempre rivolti a me ma senza minaccia.
Se querelo secondo voi ottengo qualcosa?
Ho letto che da aprile lo stalking e le molestie sono stati “declassati” come reati minori e quindi non so cosa potrebbe accadere alla mia querela dato che i contenuti non sono proprio minacciosi, anche se mi creano una grande fastidio...
Ho alcuni sospetti ma non sono sicuro.
Grazie per la gentile risposta, attendo sue notizie. 
Leggi tutto “Lettere anonime tra lo stalking e l’ingiuria”

Condominio : autorizzazione alla costruzione di una terrazza

CondominioHo acquistato un immobile all’ultimo piano di un edificio e vorrei creare un balcone, consultato l’ufficio tecnico del comune , il tecnico mi dice che potrebbe autorizzare, ma devo prima chiedere l’autorizzazione al condominio. Può il condominio negarmi l’autorizzazione ?

Leggi tutto “Condominio : autorizzazione alla costruzione di una terrazza”