Caduta in vacanza , vacanza rovinata e risarcimento del danno

Siamo in piena estate e con questo caldo anche noi abbiamo voglia di pubblicare un articolo che parla di vacanze e ferie…

Buongiorno , sono tornato con la mia famiglia prematuramente dalla vacanza perché mentre eravamo in un villaggio , la mia bambina di 8 è scivolata mentre andavamo a pranzo sulla pavimentazione molto scivolosa e forse non idonea della piscina accanto al ristorante. La bambina aveva le ciabattine ed è scivolata provocandosi delle fratture scomposte al femore.  Portata di urgenza con l’autombulanza in ospedale è stata operata , sarà lunga. Quanto tempo ho per fare la denuncia?  Posso chiedere rimborso spese, il rimborso della vacanza rovinata (e pagata in anticipo) e risarcimento danni fisici e morali per il trauma di mio figlio?

Sicuramente ha diritto al risarcimento di tutti i danni patiti e patendi (come si dice). Vi sono ovviamente molti fattori da valutare ad esempio circa la dinamica dei fatti se sulla zona dove sua figlia è caduta vi era un cartello che avvertiva che il pavimento era scivoloso, se la zona era impedita all’accesso, se vi erano testimoni dell’accaduto ecc…  

Inoltre dobbiamo distinguere il risarcimento del danno che spetta a vostra figlia per la lesione subita da quello che è definito danno da Vacanza rovinata che spetta potrà essere chiesto da tutti i familiari che viaggiavano con voi e che anno dovuto interrompere la vacanza a causa del sinistro. Si intende infatti danno da vacanza rovinata il pregiudizio che deriva dalla lesione dell’interesse del turista di godere pienamente del viaggio organizzato, come occasione di piacere e di riposo. La violazione di tale diritto è risarcibile ed è stata inizialmente previsto da una norma del D.Lgs 206/2005 cd. ” Codice del Consumo” oggi confluita nel D.Lgs 79/2011 “Codice del Turismo”

Il danno non patrimoniale da “vacanza rovinata“, secondo quanto espressamente previsto in attuazione della direttiva 90/314 CEE costituisce uno dei casi previsti dalla legge ex art 2059 c.c. di pregiudizio risarcibile, sicché spetta al giudice di merito procedere alla valutazione della domanda risarcitoria alla stregua dei generali precetti di correttezza e buona fede e alla considerazione dell’importanza del danno, fondata sul bilanciamento, per un verso, del principio di tolleranza delle lesioni minime e per l’altro, della condizione concreta delle parti.

Cass. civ. Sez. III Sent., 06/07/2018, n. 17724 

È importante sapere se nel suo caso aveva acquistato un pacchetto vacanza in questo caso ( più soggetti saranno responsabili per il danno subito) o solo un soggiorno presso l’hotel in questo caso risponderà del danno solo l’albergo sicuramente tramite la propria assicurazione.

Cosa fare e quanto tempo c’è per denunciare…

Mi chiede quanto tempo ha per fare denuncia , se con questa domanda intende una denuncia penale ha tempo 90 giorni da quando la bambina è caduta , se invece come mi pare più plausibile intende in campo civile , ha tempo 5 anni prima che si prescriva il suo diritto al risarcimento .

In realtà le consiglio di scrivere immediatamente all’albergo e/o al tour operator per denunciare civilmente quanto accaduto riservandosi la richiesta di risarcimento a quando tua figlia sarà guarita . Intanto deve tenere da parte tutte le ricevute delle spese fatte, sia mediche che le spese relative alla vacanza non goduta,  i certificati medici ecc…

Con tutta questa documentazione e con l’aiuto di un bravo avvocato dovrà valutare  i danni da richiedere comprensivi del risarcimento da  “vacanza rovinata” per sua figlia e tutti i familiari coinvolti.

Per prendere un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale di Piombino chiamaci ai numeri che trovi nella colonna a destra  o riempi il modulo di contatto che trovi nel link in fondo a questa pagina .  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.